Translate

domenica 30 settembre 2012

A S.Antimo

Con il coro di San Luca sono andato per una 3 giorni di studio di canto all'Abbazia di S.Antimo---
Ho trovato un video  per parlare del luogo e del tipo di esperienza che ho vissuto...poi alcune fotografie scattate durante questi giorni...









                          Stupenda esperienza!!!!!Grazie!!!!



giovedì 27 settembre 2012

LA MEDAGLIA MIRACOLOSA



NICOLETTA MI SUGGERISCE QUESTO MESSAGGIO


CHE MARIA SANTISSIMA 
HA PORTATO  A S:CATERINA LABOURE' A PARIGI...
PORTARE LA MEDAGLIA MIRACOLOSA....
VEDIAMO INSIEME IL VIDEO CHE  RACCONTA
L'EVENTO E NE SPIEGA LA DEVOZIONE
(mia figlia me l'ha portata proprio da Rue du Bac- Parigi
 e la porto sempre con me...Valter)

lunedì 24 settembre 2012

La seconda edizione di Verso L'Altro...ANDATA BENISSIMO

 
QUESTA SECONDA EDIZIONE E' ANDATA ANCORA MEGLIO DELLA PRECEDENTE....
.IL GRUPPETTO HA PARTECIPATO E ANCHE COLLABORATO...
GRAZIE A TUTTI PER I MOMENTI BELLI VISSUTI INSIEME...
la testimonianza del Sg.Carlo Castagna ha colpito veramente tutti..
spero di raccogliere gli appunti e riproporvela...Walter



sabato 22 settembre 2012

IL PERDONO E LA MISERICORDIA - P.ALDO TRENTO

"L’evento cristiano è la possibilità offerta all’uomo di essere rigenerato mediante il perdono di Dio: di nascere di nuovo e di cominciare di nuovo. Il cristianesimo è la possibilità di dire in qualunque circostanza: "ora ricomincio da capo", perché è il perdono di Dio sempre offerto all’uomo, ad ogni uomo.
Dire "Dio perdona" non significa: Dio decide di non tenere in conto le scelte della tua libertà, con una sorta di dissimulazione. Egli prende tremendamente sul serio le nostre scelte sbagliate, e ne assume il peso fino in fondo. L’assunzione di tutte le scelte sbagliate di ogni uomo è la Croce di Cristo.
Ma nello stesso tempo il perdono di Dio consiste nell’azione di Dio che trasforma la nostra libertà e rinnova alla radice il nostro io. Questo atto è più divino, è più grande dello stesso atto della creazione. All’accusa degli uomini, al loro peccato, Dio risponde col suo perdono. Esiste un limite contro il quale si infrange la potenza del male: il perdono e la misericordia di Dio.
Ancora Dostoevskij ha espresso mirabilmente la forza rigeneratrice del perdono di Dio, nel discorso di un ubriaco, incapace di liberarsi dal vizio del bere che ha portato la sua famiglia nella miseria più nera: nel discorso di Marmeladov, il padre di Sonia, in Delitto e castigo. Marmeladov chiede pietà.



"Colui che ebbe pietà di tutti gli uomini, colui che tutto e tutti comprese, avrà pietà di noi, egli è il solo giudice, egli verrà nell’ultimo giorno … Tutti saranno giudicati da lui ed egli perdonerà a tutti: ai buoni e ai tristi, ai santi e ai mansueti … E quando avrà pensato agli altri, allora verrà il nostro turno: "Avvicinatevi anche voi", ci dirà, "avvicinateci, voi beoni, avvicinatevi , voi disperati". E ci avvicineremo tutti senza timore…
E i saggi e i benpensanti diranno: "Signore, perché accogli costoro?". "Io li accolgo … Perché nessuno di loro si è creduto degno di questo favore". E ci tenderà le braccia e noi ci precipiteremo e scoppieremo in singhiozzi e comprenderemo tutto … E capiremo tutto … "Signore venga il tuo Regno".
La pagina, a mio giudizio fra le più alte della letteratura cristiana di ogni tempo, sembra la filigrana della pagina evangelica che narra il pianto della prostituta perdonata che ha solo il coraggio di baciare i piedi del Signore. E chi vide quell’incontro non poté non accusare Cristo di comportarsi come fosse Dio. È nella sua misericordia che Egli rivela la sua divinità.  (P.Aldo Trento)


Grazie....P.Aldo...le tue parole mi danno sempre più coraggio e perseveranza nel bene che inizia dal confidare nell'amore rigenerante del Signore ...

A proposito...Sto leggendo anche  il piccolo libretto intitolato "IL SENSO DELLA NASCITA"-un colloquio di Giovanni Testori con Don Luigi Giussani ...

"La negazione del Padre è la negazione di Dio...la negazione che la propria consistenza è nell'essere figlio,cioè nell'essere voluto...l'arma di Satana è la dimenticanza"....

leggete questo bellissimo libretto...Walter

venerdì 21 settembre 2012

OMAR PEDRINI ALLA FESTA DI PUNTO MISSIONE DOMENICA 24 SETTEMBRE AD ADRO -INCONTRO-CONCERTO ALLE 21


"Hai dichiarato di «aver riscoperto Cristo negli ultimi tre anni». Come mai lo avevi perso?
«Perso» è una parola un po’ grossa. Ho ricevuto un’educazione cattolica, poi crescendo mi sono interessato profondamente alle filosofie orientali. Incontrando il Dalai Lama, mi ha colpito un suo pensiero: le religioni dovrebbero comprenderne altre perché Dio è uno solo, per tutte. Una frase straordinaria, ancor più se detta da chi guida il buddhismo. Ho capito che Cristo poteva convivere anche con i miei interessi, e infatti non sono mai diventato buddhista, così come non sono mai stato un uomo senza fede. Anzi, la mia fede in Lui ora è rafforzata.
 In quale modo?
Circa quattro anni fa mi hanno chiesto di interpretare il ruolo di un prete nel film “Un Aldo qualunque”. Avendo sempre frequentato le comunità salesiane insegnando chitarra all’oratorio, quando si è trattato di darne un volto, ho detto al regista che avrei voluto fare un sacerdote rock, alla don Bosco, visto che lo conoscevo bene. Mi è sempre piaciuto la sua figura, che giocava a pallone con i ragazzini e si calava in mezzo alla gente. E interpretando quel personaggio, ho ritrovato quella figura dai capelli lunghi e con la barba che si chiama Gesù Cristo. Da quel momento, ho ricominciato ad andare a Messa, a pregare, a stargli vicino, a suonare la chitarra in chiesa. È fondamentale, insomma, avere della spiritualità: si può vivere anche facendone a meno ma se viene a mancare, sarai sempre un po’ solo. "

(da una intervista di Claudio Facchetti a Omar Pedrini)

Carlo Castagna ci porta la sua diretta testimonianza di perdono sulla strage di Erba.

 Domenica 23 Settembre Carlo Castagna alle ore 18 porterà la sua testimonianza anche ad Adro. alla Festa di Punto Missione-VERSO L'ALTRO-questo video possa convincervi dell'importante motivo per cui esserci..per sentir parlare di MISERICORDIA E DI PERDONO in questi momenti difficili della storia....

"Sappiamo che il nostro carisma è esigente perché ci chiede di vivere l’esistenza “alla maniera di Maria”: facendo sì che sia tutta preghiera, in ogni frammento della più normale vita quotidiana.
Non dobbiamo però dimenticare che la Vergine Santa era “tutta redenta” fin dal suo concepimento, mentre noi dobbiamo immergerci continuamente nella redenzione che Cristo ci ha offerto.
Mi permetto perciò di ricordare a tutti questo dovere liberante di “lasciarci redimere dal nostro male”, il che può avvenire soltanto se il nostro cuore si affeziona al Sacramento del Perdono
:
bisogna che la “confessione sacramentale dei peccati” divenga, per ciascuno di noi, una santa abitudine: l’abitudine di dare verità, forza e concretezza al proprio desiderio di santità.

Chiediamo alla Madonna del Monte Carmelo di prenderci per mano e di condurci decisamente proprio là dove suo Figlio ci aspetta per santificarci. 
(da una lettera recente di P.Antonio Sicari agli aderenti al MEC )

domenica 16 settembre 2012

Intervista ad Isa Navoni, preside dei licei classico, linguistico e scientifico dell'Istituto Madonna della Neve di Adro

«Puntiamo sui docenti»
Istituto Madonna della Neve
Imparare il cirillico e gli ideogrammi cinesi? Ad Adro, in piena Franciacorta, si può fare: anche sui banchi di scuola. Certo non alla primaria e nemmeno alla secondaria di primo grado: bisogna arrivare all’ultimo triennio del liceo linguistico per aggiungere a inglese, spagnolo e tedesco una lingua tra il russo e il cinese. Siamo all’istituto paritario Madonna della Neve dei padri carmelitani scalzi, la più popolosa tra le scuole cattoliche della provincia di Brescia, che ha raggiunto in 30 anni di storia quota 1.150 studenti dai 7 ai 19 anni. «Puntiamo sulla qualità – spiega Isa Navoni, preside dei licei classico, linguistico e scientifico –, su rette contenute, sul lavoro di rete e in team, tra coordinatori e tra docenti. L’elemento laicale ha trovato una felice valorizzazione in sinergia con il carisma carmelitano, garantito dalla figura del padre direttore». Molta attenzione è riservata al corpo docente. «È il vero capitale della scuola. Se gli stipendi delle statali sono superiori, come fidelizzare gli insegnanti e appassionarli al loro lavoro? Con una relazione basata sulla fiducia e sulla stima, con proposte di aggiornamento e coinvolgimento.

La professionalità è la prima carità nei confronti dei ragazzi. Servono docenti competenti, che amino il cuore dei ragazzi, ma non mi interessa l’insegnante compagnone, che viene a fare oratorio a scuola. Mi interessa una persona disposta a mettersi in gioco sull’educativo, ma anche e prima sulle competenze». Ad esempio linguistiche: ai docenti è chiesto di ottenere la certificazione Cambridge in inglese o spagnolo in vista dell’insegnamento della propria materia in lingua, come previsto dalla riforma Gelmini «che noi abbiamo anticipato – precisa la preside – proponendolo dalla terza per il linguistico e dalla quarta per il classico e lo scientifico». La certificazione Cambridge, poi, è compresa nel curriculo per tutti gli studenti. E il russo e il cinese? «Sono laboratori volti a far entrare gli studenti nell’ossatura delle rispettive culture. L’obiettivo è che i ragazzi aprano lo sguardo oltre l’Europa» conclude Isa Navoni.
(dal Messaggero di S.Antonio-numero di Settembre)

I cari amici Isa,Bobo....insieme con Padre Gino finalmente citati su un noto mensile cattolico a distribuzione nazionale (tiratura media più di 590.000 copie) perchè l'esperienza della Scuola di Adro è veramente un modello per tante scuole......e nasce dal carisma carmelitano!

Il Papa in Libano esorta i giovani ad essere santi. E non dimentica i giovani della Siria




"Fra gli Apostoli e i Santi, molti hanno vissuto periodi agitati e la loro fede è stata la sorgente del loro coraggio e della loro testimonianza. Attingete dal loro esempio e dalla loro intercessione l'ispirazione e il sostegno di cui avete bisogno!". È diretto Benedetto XVI.  Il suo invito alla santità per tutti i giovani, in Libano viene declinato partendo dalle difficoltà. Bisogna investire nel dialogo, ripete il papa, perché "si ponga fine alla violenza e a tutte le guerre". "Ci sono tra noi dei giovani venuti dalla Siria - aggiunge - Voglio dirvi quanto ammiro il vostro coraggio. Dite a casa vostra, ai familiari e agli amici, che il Papa non vi dimentica. Dite attorno a voi che il Papa è triste a causa delle vostre sofferenze e dei vostri lutti. Egli non dimentica la Siria nelle sue preghiere e nelle sue preoccupazioni. Non dimentica i mediorientali che soffrono". .........

 leggi tutto l'interessante articolo cliccando sull'indirizzo sotto....
http://www.korazym.org/index.php/attivita-del-papa/2-il-papa/3005-il-papa-esorta-i-giovani-libanesi-ad-essere-santi-e-ad-essere-protagonisti-di-una-rivoluzione-dellamore.html

il Vescovo di Riga-Verso l'Altro 2012..iniziative prossime col gruppetto...


Incontro con il Vescovo di Riga

La scuola "Madonna della Neve" da più di due anni sta lavorando con la Scuola Cattolica di Riga, in Lettonia.
È un lavoro che coinvolge dirigenti, professori, studenti e genitori. Sono stati elaborati e messi in atto progetti comuni e molte esperienze hanno dato dei buoni frutti.
Nei prossimi giorni ospiterà l’arcivescovo di Riga e Primate della Lettonia sua Eccellenza Monsignor Sbigņevs Stankevičs.
Sarà l’occasione per consolidare legami significativi e approfondire la conoscenza della realtà di un paese che cambia e cresce. Insieme a tutta l’Europa.
Lunedì 17 settembre -ore 21 - Incontro con il Movimento Ecclesiale Carmelitano
Mercoledì 19 settembre - ore 20.30 -
Incontro pubblico : Scuola Cattolica ,una sfida positiva alla crisi europea
Sala conferenze della Scuola Primaria Madonna della Neve


Verso l'Altro 2012

L'anno scorso......E quest'anno ?Ancora meglio!
L’Associazione Punto Missione Onlus ed il Baule della Solidarietà organizzano, “Verso l’Altro 2012”: tre giorni di festa, dal 21 al 23 Settembre 2012, all’insegna della gratuità e della solidarietà, nella terra di Franciacorta (presso la Scuola Madonna della Neve di Adro).
L’evento, giunto alla sua seconda edizione - alla prima hanno partecipato circa 4.000 visitatori – intende muovere e far incontrare persone, famiglie, mondo del volontariato ed istituzioni per ascoltare e confrontarsi a partire da un tema specifico. Quest’anno verrà trattato il tema del rapporto tra mondo del profit e del non profit: un partenariato di pura convenienza?. Un’opportunità per crescere reciprocamente? Un ideale di attenzione ai bisogni del mondo?


sabato 15 settembre 2012

Gen Verde - So che sei qui - "Grazie, S. Teresa di tutto quanto hai fatto per noi"(Chiara Lubich)


Chiara Lubich sui passi di Teresa

«Grazie, S. Teresa di tutto quanto hai fatto per noi durante la nostra storia. Grazie! Ma il più bel grazie te lo diremo in Paradiso. Continua a vegliare su tutti noi, sul nostro “Castello esteriore” che lo Sposo ha suscitato sulla terra a complemento del tuo “Castello interiore” per la Chiesa bella come la desideravi. Arrivederci S. Teresa. Abbracciandoti. Chiara».
La Chiara che firma, nel 2002, il libro d’oro dei visitatori della comunità dell’Incarnazione ad Avila è Chiara Lubich. Lo rivela il libro recensito oggi dall’Osservatore Romano da p. Bruno Moriconi, ocd. Il libro s’intitola Dalla mistica di Teresa d'Avila al castello esteriore di Chiara Lubich. Una spiritualità sempre attuale (con riflessioni di p. Jesus Castellano Cervera, carmelitano scalzo , a cura di Fabio Ciardi, Città Nuova). Dalle parole di P. Castellano (profondo conoscitore anche del pensiero della Lubich) si evince che alcuni temi cari alla fondatrice dei Focolari, siano stati assimilati dalla mistica carmelitana: “Castello esteriore” (da Teresa di Gesù) e “Gesù abbandonato” (da Giovanni della Croce, Salita II capitolo 7).
Come scrisse Thomas Merton, dunque, “Non c'è membro nella Chiesa che non debba qualcosa al Carmelo".     Libro da leggere....storia da conoscere...vita da condividere...Walter...
Ringraziando Giorgio e Meggy dei Focolari....miei amici da lungo tempo ..."Famiglie nuove"

venerdì 14 settembre 2012

IL PAPA PARLA COI GIORNALISTI DELLA SITUAZIONE IN MEDIO ORIENTE

http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/speeches/2012/september/documents/hf_ben-xvi_spe_20120914_incontro-giornalisti_it.html
leggiamo l'intervista al Papa sull'aereo che lo ha portato  in Libano

"E’ nostro compito illuminare e purificare le coscienze e rendere chiaro che ogni uomo è un’immagine di Dio; e noi dobbiamo rispettare nell’altro non soltanto la sua alterità, ma, nell’alterità la reale essenza comune di essere immagine di Dio, e trattare l’altro come un’immagine di Dio."             Benedetto XVI

giovedì 13 settembre 2012

IL CORAGGIO DEL PAPA.....VIAGGIO IN LIBANO

bambini del Libano
http://www.asianews.it/notizie-it/P.-Samir:-Il-coraggio-di-Benedetto-XVI-sostiene-le-Chiese-del-Medio-oriente-e-la-Primavera-araba-25780.html
leggiamo insieme l'articolo di Asianews

Incomincia il viaggio di Benedetto XVI in Libano.....
Tra le tensioni e le speranze...in un  paese del Medio Oriente dove la convivenza pacifica tra popoli e religioni permette ancora ai cristiani di essere una comunità missionaria....qui la "primavera araba" può trovare un modello collaudato...
I nostri amici del M.E.C. incontreranno con gioia il papa e certamente gli testimonieranno la loro sofferta ma gioiosa esperienza di fede...
Preghiamo perchè questo viaggio,in questo momento cruciale per quei luoghi,sia assistito dalla grazia dello Spirito di Cristo  che è coraggio e vita nuova....Walter

martedì 11 settembre 2012

Cos'è che rende un uomo grande? ( Soren Kierkegaard)....dagli Esercizi del Movimento Ecclesiale Carmelitano


Cos'è che rende un uomo grande, ammirato dal creato, gradevole agli occhi di Dio?
Cos'è che rende un uomo forte, più forte del mondo intero; 
cos'è che lo rende debole, più debole di un bambino?
Cos'è che rende un uomo saldo, più saldo della roccia; 
cos'è che lo rende molle, più molle della cera?  E'l'amore

Cos'è che è più vecchio di tutto? È l'amore.

Cos'è che sopravvive a tutto? È l'amore.
Cos'è che non può essere tolto, ma toglie lui stesso tutto? È l'amore. 
Cos'è che non può essere dato, ma dà lui stesso tutto? È l'amore.
Cos'è che sussiste, quando tutto frana? È l'amore. 
Cos'è che consola, quando ogni consolazione viene meno? È l'amore.

Cos'è che dura, quando tutto subisce una trasformazione? È l'amore.

Cos'è che rimane, quando viene abolito l'imperfetto? È l'amore.
Cos'è che testimonia, quando tace la profezia? È l'amore. 
Cos'è che non scompare, quando cessa la visione? È l'amore. 
Cos'è che chiarisce, quando ha fine il discorso oscuro? È l'amore. 
Cos'è che dà benedizione all'abbondanza del dono? È l'amore.
Cos'è che dà energia al discorso degli angeli? È l'amore.
Cos'è che fa abbondante l'offerta della vedova? È l'amore. 
Cos'è che rende saggio il discorso del semplice? È l'amore.
Cos'è che non muta mai, anche se tutto muta? È l'amore, 
ed è solo l'amore  quello che mai si muta in qualcos'altro.

N.B. Ricominciamo insieme anche quest'anno...con amore....Walter





domenica 9 settembre 2012

Grand Parc du Puy du Fou... PARCO DEI DIVERTIMENTI CHE RIVIVE LA STORIA CRISTIANA D'EUROPA

STANCHI DI GARDALAND E DISNEYLAND? ECCO IL PARCO DEI DIVERTIMENTI CHE RIVIVE LA STORIA CRISTIANA D'EUROPA  http://www.puydufou.com/en  
Dal 1977 conta un milione e mezzo di visitatori l'anno, il più grande spettacolo notturno del mondo, 2500 attori, 28 rappresentazioni tra cui il genocidio dei cattolici in Vandea, il sacrificio dei martiri cristiani, il culto dei santi nel Medioevo, le gesta dei cavalieri e dei gladiatori.Tre giovani sbucano dal nulla e con grossi bastoni tracciano sulla sabbia dello stadio il simbolo cristiano del pesce. Fulminei i soldati romani li inseguono e li catturano. È il caos: la folla rumoreggia, gli ufficiali della Legione lanciano secchi comandi, il governatore, dalla sua tribuna, esige che si riporti l'ordine dopo l'inaudito sacrilegio. I tre, legati, vengono in pochi istanti condotti di fronte all'uomo forte del potere di Roma: vanno messi a morte. Un brivido percorre gli spalti gremiti dello stadio. Ma ecco il colpo di scena. Il centurione romano comandante della legione alza la spada e, guardando verso il governatore, grida il suo basta. Basta con la violenza, basta con questi giochi sanguinari, basta con i sacrifici ai falsi dei. «Sì, sono diventato cristiano e l'alba di un nuovo mondo sta sorgendo». Non è un film, non è un videogioco. È l'inizio, drammatico, sorprendente, emozionante di uno spettacolo che ogni giorno d'estate si replica per tre volte in una località della Francia a due passi dai castelli della Loira; un luogo in cui è stata ricostruita un'arena romana da seimila posti (con il primo velarium dai tempi del Colosseo); un luogo in cui potete anche rivivere la razzia dei pirati vichinghi sventata dal miracolo delle reliquie di un santo, seguire le gesta dei cavalieri, entusiasmarvi di fronte alle evoluzioni di centinaia di rapaci addestrati dai falconieri.
Segnatevi questo nome: Grand Parc du Puy du Fou. È in Vandea, a 80 km da Nantes e da La Rochelle...                                                                        Ci andiamo?

IL CARDINALE DOLAN ,L'AMERICA E LA LIBERTA' RELIGIOSA MINACCIATA...

 Gianni mi suggerisce questo articolo da TEMPI ...http://www.tempi.it/dolan-benedice-i-democratici-e-non-gliele-manda-a-dire-su-aborto-e-dio#.UEyNQq7_nyK

Coraggioso questo cardinale!E pieno di saggezza.....

Queste di seguito altre sue parole....

...Sabato scorso Dolan è  nuovamente intervistato da Bob Shieffer per la CbcNews. «Non credete che la Chiesa debba occuparsi meno della politica?», gli ha domandato il giornalista, chiedendo ragione delle forza con cui il cardinale si sta esprimendo nei confronti del governo. Dolan ha risposto che «certamente la Chiesa deve agire sino a dove le compete. Ma penso che anche il governo debba farlo. Non può intervenire in questioni che riguardano la vita della Chiesa. E questo è il punto a cui siamo arrivati». Secondo Dolan, infatti, «stiamo assistendo a un radicale e drammatico intervento da parte della burocrazia governativa. E questo non disturba la politica ma noi. Mi piacerebbe che la si smettesse, così potrei davvero occuparmi d’altro». .....
Se «la fede non può avere una rilevanza pubblica» va a discapito di tutti, ha continuato, «perché chi crede può portare un grande contributo alla vita del paese». Che compito ha dunque la Chiesa? «Quello di far comprendere che Dio dà la vera vita, la vera libertà e la speranza». Questa è la sfida che portiamo «in un mondo triste e violento, quello che tu Bob documenti tutti i giorni con il tuo lavoro.
 Portare la buona notizia che vince». Anche se gli ultimi anni sono stati duri per la Chiesa: «La mia vocazione è stata ispirata dal bisogno di pastori virtuosi e dediti che rinvigorissero la Chiesa. Questo è anche il tempo del rinnovamento, una sfida di cui volevo essere protagonista»......

Ciao a tutti....poi vi parlerò del bellissimo incontro ieri ad Adro....appena ho raccolto tutto il materiale delle Testimonianze...dalla Romania,da Pescolusi,dalla Sardegna,dalla Lituania,dalla Turchia,dall'Aprica e........   Walter





venerdì 7 settembre 2012

ASSEMBLEA DI TESTIMONIANZE.. ADRO 8 Settembre

Sabato 8 Settembre..a partire dalle 17 c'è un bellissimo incontro per comunicarci  le nostre esperienze di vacanza,pellegrinaggio,lavoro,convivenza ed altro vissute nei mesi estivi ...l'incontro è presso la Scuola Madonna della Neve ad Adro...S.Messa,asssemblea ... seguirà cena insieme...

NEL POST DEL 24 LUGLIO  DICEVO:
"Per cui il compito che ci diamo per queste vacanze nel gruppetto può essere che a Settembre, quando ci ritroviamo, ci dobbiamo raccontare fatti, cose che ci sono capitate e che ci hanno fatto sorprendere di Lui all’opera."

POSSIAMO RACCONTARCI SPECIALMENTE QUESTO?

N.B.Io lo so che tanti hanno questo da dirci.....e vi aspettiamo!

TURCHIA...pellegrinaggio di un gruppetto del MEC guidato da P.Aldo...Appunti di viaggio

TESTIMONIANZA DEL VIAGGIO Cliccare sopra ...http://www.mec-carmel.org/index.php/Articoli/nella-terra-dei-primi-concili.html anche il nostro vescovo di Brescia..Mons.Monari è stato in pellegrinaggio in Turchia
Vi propongo la sua omelia ad Efeso in cui parla
dell'Umano e Divino (Gesù Cristo) e di Maria, sua madre che abitò lì con gli Apostoli..


aspetto contributi......Ciao a tutti..Walter

martedì 4 settembre 2012

ROBERTO GUARNERI ...autore di "PICCOLI RITRATTI"..con illustrazioni di Cristina Pietta

In due brevi racconti, la storia di una famiglia di santi narrata in modi diversi, un modo per ciascuna delle
persone che ne fanno parte.
Uno stimolo per il bambino a guardare nel volto dei genitori quello del Padre celeste .

http://www.edizioniocd.it/default.asp?id=426&idp=167  Clicca sul LINK PER INFORMARSI

La famiglia Martin ovvero la famiglia di S.Teresa di Lisieux...raccontata dall'amico Preside della Scuola Paritaria Secondaria di Primo Grado, Istituto Madonna della Neve (Adro)...raccontata ai bambini...da chi ne incontra tanti ogni giorno...raccontata soprattutto al loro cuore che ha bisogno di conoscere una Santa famiglia..
    http://www.robertoguarneri.it/