Translate

venerdì 30 settembre 2011

Cerco La Tua Voce - Gen Rosso & Kekko dei Modà ....

                                                                                                                                                                    



Soffia, vento che hai la forza di cambiare,
fuori e dentro me, questo mondo
che ora gira, che ora gira attorno a Te.

Soffia proprio qui
fra le case, nelle strade della mia città.
Tu ci spingi verso un punto che
rappresenta il senso del tempo,
il tempo dell’unità

RILANCIARE LA CHIESA E LA NOSTRA APPARTENENZA AL POPOLO DI DIO.....BENEDETTO XVI E IL FUTURO DELLA CHIESA

http://www.famigliacristiana.it/chiesa/news_1/articolo/il-papa-in-germania-la-mia-chiesa_250911192501.aspx

giovedì 29 settembre 2011

Preghiera del Beato John Henry Newman -- Fiero di appartenere alla Chiesa....illumina il nostro Movimento...

N.B. La cerimonia di beatificazione del Cardinale Henry Newman si è tenuta il 19 settembre 2010 nei pressi della Casa dell'Oratorio, a Rednal, dove sono sepolte le sue spoglie , durante il viaggio apostolico di Benedetto XVI nel Regno Unito. In deroga a quanto accade per consuetudine, la ricorrenza liturgica è stata fissata nell'anniversario della conversione al cattolicesimo, il 9 ottobre, e non in quello della morte.

IRRADIARE CRISTO

Gesù, aiutaci a diffondere il tuo profumo ovunque noi andiamo;
inondaci del tuo spirito e della tua vita;
prendi possesso del nostro essere così pienamente,
che tutta la nostra vita sia soltanto un' irradiazione della tua;
risplendi in noi e attraverso di noi;
che chiunque ci avvicini senta in noi la tua presenza;
chi viene a noi cerchi Te e veda soltanto Te;
resta con noi, così cominceremo a risplendere come risplendi Tu,
così da essere luce per gli altri;
la luce, Gesù, verrà tutta da Te, e nulla di essa  sarà  nostra  proprietà;
sarai Tu ad illuminare attraverso di noi;
fa che noi Ti lodiamo nel modo che piace a Te,
effondendo la Tua luce su quanti ci stanno attorno;
che noi predichiamo di te, senza predicare,
ma con il nostro esempio, con la forza che trascina,
con il suadente influsso del nostro operare,
con l'evidente pienezza dell'amore di cui il nostro cuore trabocca. 
Amen.

mercoledì 28 settembre 2011

Prof.Melazzini... Documentario :"Quell'inguaribile voglia di vivere" ( recensione)

http://www.tracce.it/default.asp?id=331&id_n=24230

Lucia mi chiede di che cosa abbiamo parlato Lunedì in Castello....rispondo con frasi colte di getto...

IL NOSTRO VERO IO E' LA CHIESA
Perchè La Chiesa è il volto di Cristo che si rivolge a noi
La Chiesa è Cultura, carità e speranza
Esperienza di Ricca povertà è appartenere al Popolo di Dio..la Chiesa
Don Tonino Bello ci dice che l'Amore è povero...l' Amore è Eucarestia...E' lasciarsi consumare eucaresticamente
Per capire questo:
Viviamo la Domenica e sopratutto la S.Messa come Tempo e Giorno di Cristo che verrà?
Viviamo la Missione come l'andare verso coloro che sono lontani e/o che osteggiano ?

LA NOSTRA COMUNIONE PARTE DAL CENACOLO PER DIVENTARE ANNUNCIO E TESTIMONIANZA...
NEL CENACOLO (LA NOSTRA COMUNIONE) LA VERITA' CI AFFERRA E CI FA DIVENTARE VOCE E COSCIENZA CRITICA E AGITATRICE INTACCANDO IL NOSTRO IO...E FACENDOCI CHIESA..

martedì 27 settembre 2011

RICCA POVERTA' E' VIVERE UNA INTENSA CARITA' VERSO DIO...CARITA' CHE GENERA COMUNIONE....

"Tra Chiesa ed Eucarestia c'è un rapporto strettissimo,
una sorta di mutua immanenza.
Anzi si potrebbe parlare quasi di una identificazione.
Non c'è solo analogia.
Il mistero della Chiesa si risolve nel mistero dell'Eucarestia,
e il mistero dell'Eucaristia è già in sintesi il mistero della Chiesa.
Oggi si parla dell'Eucarestia come "epifania e primizia" della Chiesa.
Questo significa che tutta la realtà ecclesiale non è altro che
il sacramento eucaristico pienamente sbocciato nella vita degli uomini.
Ora, se l'Eucarestia è comunione, anche la Chiesa deve essere comunione anzi fioritura di comunione, compimento e pienezza di comunione. "
+Don Tonino bello


....."E' necessario che il Movimento sia attraversato dalla passione di far nascere e coltivare "Grandi Amicizie" 
P.Antonio Sicari all'Assemblea Generale  del M.E.C. 18 Giugno 2011

RICCA POVERTA' E' APPARTENERE CON FIEREZZA AL POPOLO DI DIO...Scuola di Cristianesimo 26 settembre 2011.....canto sul tema

lunedì 26 settembre 2011

Don Tonino Bello.....imparare ad essere poveri.... e la nostra Scuola di Cristianesimo di stassera...

VEDERE POST DEL 5 MAGGIO 2011.....parlavamo attraverso video con parole di Don Tonino Bello della Ricca Povertà....come ci ha suggerito stassera con altre parole scritte da questo santo sacerdote, Rosella Tomasini, pres.del MEC. nella sua riflessione sul testo di P. Antonio Sicari.....

Ripropongo il video del 5 Maggio,per chi non fosse capace di cercarlo nel blog .......... Ciao Valter

Mandisa - He Is With You .....LUI E' CON TE::::EGLI E' CON VOI...

C'è un tempo per vivere
E un tempo per morire
C'è un tempo per ridere
E un tempo per piangere
C'è un tempo per la guerra
E un tempo per la pace
C'è una mano da tenere
Nel peggiore di questi casi

Egli è con te quando la tua fede è morta
E non ci si può nemmeno alzarsi dal letto
O tuo marito non ti bacia più
Egli è con voi quando il bambino non c'è più
E la tua casa è vuota,
E il vostro cuore una pietra
piangi e dici : 'Dio, Cosa ho fatto per ...
Egli è con voi

C'è un tempo per il sì
E un tempo per un no
C'è un tempo per essere arrabbiato
E un tempo per lasciarlo andare
C'è un tempo per l'esecuzione
E un tempo per affrontarlo
C'è l'amore di vederti
Grazie a tutto questo

Egli è con voi nella sala conferenze
Quando il mondo sta scendendo su di voi
E tua moglie e i tuoi figli non ti riconoscono più
Egli è con voi in terapia intensiva
Quando i medici non sanno cosa fare
Egli è con voi

Si può piangere per un tempo
Ma la gioia verrà al mattino
Un mattino di luce

Egli è con voi quando i vostri figli sono cresciuti
Quando c'è troppo spazio
E ti senti sola
E tu sei preoccupato
Sì, Egli è con voi
Quando hai rinunciato a trovare mai il tuo vero amore
Egli è con voi

Se nessun  altro è rimasto
E prendete il vostro ultimo respiro
Egli è con voi
                                                                                                           

domenica 25 settembre 2011

sabato 24 settembre 2011

IL PAPA E IL SUO VIAGGIO IN GERMANIA....colloquio aereo con i giornalisti... "Stare nella Chiesa..per stare nel fondamento dell'essere umano. "

In aereo verso il suo viaggio apostolico a Berlino, il Pontefice ha risposto a quattro domande dei giornalisti, inclusa quella sull'aumento delle uscite dalla chiesa cattolica in Germania, anche in relazione allo scandalo pedofilia.
"Posso capire che, di fronte a crimini come gli abusi su minori commessi da sacerdoti, se le vittime sono persone vicine uno dica: questa non è la mia Chiesa, la Chiesa è una forza di umanizzazione e moralizzazione e se loro stessi fanno il contrario io non posso più stare con questa Chiesa", ha affermato il Pontefice, che ha esortato a "distinguere la motivazione specifica di quelli che si sono scandalizzati da questi crimini che sono stati rivelati negli  ultimi tempi". E ha aggiunto che l'allontanamento dei fedeli dalla Chiesa ha però «molteplici ragioni» e avviene in «un contesto di secolarizzazione della nostra società ».
Ha quindi invitato a considerare che la Chiesa «non è come le altre associazioni umane, non vi si sta solo per coltivare un proprio interesse». Stare nella Chiesa significa «essere nella rete del Signore». Una cosa «che tocca il fondamento dell'essere umano». Ma anche se nella Chiesa ci sono scandali e umanità terribili bisogna rinnovare la consapevolezza della specificità di essere Chiesa, imparare a sopportare questo e lavorare perché mai più si ripeta».
Nel colloquio con i giornalisti il Pontefice ha evidenziato che "quando ho accettato l'invito a questo viaggio era per me evidente che l'ecumenismo con i nostri amici evangelici deve essere un punto forte,un punto centrale di questo viaggio". Inoltre, "noi viviamo in un tempo di secolarismo dove i cristiani insieme hanno la missione di rendere presente il messaggio di Dio, il messaggio di Cristo, di far possibile credere, andare avanti con queste grandi idee, verità e perciò l'essere insieme tra cattolici ed evangelici e' un elemento fondamentale per il nostro tempo”. Quindi, “anche se istituzionalmente non siamo uniti anche se rimangono problemi, anche grandi problemi nel fondamento della fede in Cristo, in Dio trinitario, nell'uomo come immagine di Dio, siamo uniti in questo mostrare al mondo e approfondire questa unita e' essenziale in questo momento storico”.
Inoltre il Papa non ha “niente da dire contro le contestazioni che si esprimono in modo civile” al suo viaggio in Germania.. E aggiunge che "le proteste sono normali in una società libera segnata da una forte secolarizzazione. Ne prendo atto e non ho niente da dire quando si esprimono in un modo civile. Rispetto chi si esprime”.

Alla Festa di Punto Missione e del Baule , Margherita Coletta moglie del brigadiere dei carabinieri caduto a Nassyria

Domenica 25 Settembre si continua con altre iniziative dedicate ai bambini e ragazzi, e con altri appuntamenti molto importanti alle 18,30 la testimonianza di Margherita Coletta moglie del brigadiere dei carabinieri caduto a Nassyria intervistata da Lucia Bellaspiga di “Avvenire”, che racconterà la storia di una famiglia segnata dal dolore eppure capace di generare opere per i più bisognosi ( il video è veramente toccante...) Valter

venerdì 23 settembre 2011

Continua la festa di Punto Missione Onlus...contributi...

Luca e Maddalena raccontano la loro esperienza di Volontari nel Villaggio dei Ragazzi in Romania.
Un anno della loro vita,all'inizio del loro cammino matrimoniale,donato ai ragazzi che non hanno "famiglia".
Luca insegna ai ragazzi i primi rudimenti del suo mestiere teatrale.

Nel 2004  infatti Luca fonda con Alessandro Calabrese il “Teatro a Pedali”, scrivono e mettono in scena I due all'insaputa di tutti, una collezione di pièces classiche della clownerie.
Dal 2006 ad oggi ha realizzato insieme ad Alessandro Calabrese quattro spettacoli sulle vite di Jaques Fesch, Massimiliano Kolbe, Piergiorgio Frassati e Giovanni Bosco.
Nel Novembre 2007 realizza con il Teatro a Pedali lo spettacolo Anna Frank: preludio, corale e fuga, che debutta nel Febbraio 2008 al Teatro Massimo di Pescara ed al Teatro Orione di Roma.

Maddalena segue l'insegnamento ai ragazzi e la vendita dell'usato per aiutare l'opera del villaggio dei Ragazzi a Ciocanari.
Il Villaggio, la cui ubicazione è su un’area di circa 10 ettari, di proprietà dell’Associazione Mladita, a Ciocanari, comune di Niculesti (a circa 25 km da Bucarest), è finalizzato all’accoglienza, all’educazione alla vita e alla formazione al lavoro di minori e giovani che si trovano in situazioni di abbandono o di solitudine o di precarietà e marginalità economica e sociale. Più in particolare, in tale progetto, per accoglienza si intende l’inserimento in un ambiente familiare e comunitario, in cui poter operare anche l’educazione alla vita, mentre la formazione al lavoro sarà realizzata mediante l’inserimento in percorsi di formazione professionale e in attività lavorative, prevalentemente nei settori agricolo e agro-alimentare, dell’allevamento del bestiame, della trasformazione e commercializzazione dei relativi prodotti. 


Inaugurazione,testimonianze,aperitivo,cena in compagnia,stand delle varie associazioni,libreria,mostre,concerto.....è qui la festa!!!!A domani.....

Festa Punto Missione e Baule della Solidarietà...fotografie volontari allestimento fiera e "prova " cucina.....



Ieri sera con gli amici di Punto Missione
Oggi pomeriggio inizia la manifestazione
Domani sera cena del gruppetto 
NON MANCATE!!!!!!!




mercoledì 21 settembre 2011

Alla Festa di Punto Missione Onlus e del Baule della Solidarietà ,concerto di Massimo Bubola il 24 settembre...tornano i santi,quaggiù...


Forum territoriale del terzo Settore Del Distretto 7 Montorfano
23/24/25 + 27 Settembre - Scuola Madonna della Neve Via Nigoline 2  - Adro (Bs)

 Il momento centrale dell’intera iniziativa sarà Sabato 24 Settembre, con una tavola rotonda sul tema “Volontariato: mettersi in rete. La ricchezza della collaborazione”, coordinata dal direttore de La Voce del Popolo Don Adriano Bianchi, alla quale interverranno Urbano Gerola, direttore del CSV ed esponenti delle realtà associative locali. Uno spazio particolare è riservato  alla presentazione di Punto Missione Onlus e del Baule della Solidarietà, i soggetti promotori dell’iniziativa.  
Al seguire – ore 21 - il concerto del noto cantautore Massimo Bubola, collaboratore di De Andrè e di Fiorella Mannoia e autore di pagine musicali di straordinario lirismo.
  Il cantastorie veronese sarà accompagnato dalla storica Eccher band.
Domenica 25 Settembre si continua con altre iniziative dedicate ai bambini e ragazzi, e con altri due appuntamenti molto importanti:alle 18,30 la testimonianza di Margherita Coletta moglie del brigadiere dei carabinieri caduto a Nassyria intervistata da Lucia Bellaspiga di “Avvenire”, che racconterà la storia di una famiglia segnata dal dolore eppure capace di generare opere per i più bisognosi. Alle 21 la rappresentazione teatrale “Agamennone” di Eschilo, regia di Pietro Arrigoni e coreografia di Marina Rossi, recitata dagli studenti della Scuola Madonna della Neve di Adro.
Postilla conclusiva il 27 Settembre alle ore 21, con la presentazione di “Il fuoco e il legno – Processo e matrimonio di Giovanna d’Arco”, allestimento del Laboratorio  Teatrale Madonna della Neve.

martedì 20 settembre 2011

Pedagogia dell'AMICIZIA CRISTIANA...per renderci persone "eucaristiche" cioè capaci di donarsi...

Partire dalla convinzione che ognuno è responsabile della fede dell'altro
Considerare l'unità il bene più prezioso,temendo di offenderlo o disprezzarlo
Essere convinti che ogni atto di bontà fa cresere la comunità e che ogni peccato (anche individuale e nascosto)danneggia unità di tutti
Rifuggire dalle piccole unità che non aprono il cuore alla più grande unità della comunità
Desiderare e cercare l'intervento di chi deve autorevolmente custodire l'unità di tutti
Abituarsi a paragonare il proprio bene individuale con quello comune e non temere qualche  sacrificio
Custodirela reciproca lealtà e fedeltà ai gesti,ai pensieri e alle parole
Coltivare la stima preventiva delle persone e delle opere altrui
Rifuggire da malumori, pettegolezzi, malignità e invidie
Stimare l'opera degli altri come propria e non negare l'eventuale collaborazione
Essere disponibili a soccorrere chi è nel bisogno senza farlo pesare
Ricordarsi sempre che ognuno ha diritto ad essere amato più di quanto si meriti

(da"Cristo centro della vita" di P.Antonio Sicari)

N.B. dopo l'incontro di ieri del gruppetto,e sentite le varie  esperienze raccontateci .
.alcuni di noi oggi sono andati ad aiutare gli amici di Punto Missione...per ricordarci che
questo sarà sempre  il CENTRO di tutte le nostre esperienze e preoccupazioni del gruppetto:
CHE la COMUNITA' che ci custodisce tutti ( IL MEC )  possa crescere nella fede e nella testimonianza "eucaristica "verso tutti...per realizzare insieme "la compagnia dei buoni"di cui parlava S.Teresa d'Avila...

PRIMO INCONTRO GRUPPETTO 18 Settembre

Ecco un breve resoconto dell'incontro del nostro gruppetto a casa di Betty:

Oggi,compleanno di FEDERICA.....TANTI AUGURI !!! ANCHE PER IL FIDANZAMENTO !!!!!!

Canto introduttivo: Prendi la mia vita....prendila o Signor...

Gianni introduce dicendo alcune parole sull'incontro di Lunedì scorso con P. Mauro in Castello e vengono distribuite copie dell'Intervento di P.Antonio durante il convegno di Giugno del MEC.(vedi post precedente..)
Poi vengono chieste testimonianze sulle vacanze...

GIORGIO è stato al MEETING DI RIMINI DI CL E A MEDJUGORIE..

"Se sapeste quanto vi amo,piangereste di gioia!"(Maria)
Momenti di grazia...testimonianze al meetig,mostre,testimonianza di Suor Elvira a Medjugorie.Orfanotrofio,Confessioni,S.Messa,Adorazione Eucaristica...Tutto per una conversione più radicale e urgente...

PAOLA è stata in TERRA SANTA COL RNS.

Ha visitato il Giordano,il Cenacolo,il Deserto con il suo silenzio,Gerusalemme....ed è ritornata piena di Spirito Santo..

In SEI siamo stati A LOURDES   Abbiamo fatto vedere un breve filmato con le fotografie e parlato della nostra esperienza in compagnia della Madonna,di Bernadette e di tantissime persone che hanno pregato con noi al Santuario....

Tuttte esperianze che ci hanno dato una carica di entusiasmo in più per iniziare questo nuovo anno insieme..

A cominciare dall'iniziativa che si svolgerà ad ADRO il 23.24.25 Settembre con PUNTO MISSIONE e che alcuni di noi vivranno anche come servizio...

APPUNTAMENTO PER TUTTO IL GRUPPETTO ALLA CENA ALLA FESTA DI ADRO SABATO 24 SETTEMBRE....ore 19,30....Per i dettagli  in seguito...CIAO A TUTTI !!!

domenica 18 settembre 2011

AVERE UN'ATTENZIONE MISTICA A TUTTO E ' OFFRIRSI SENZA CALCOLO...

"Non esiste investimento sicuro: amare significa, in ogni caso, essere vulnerabili. Qualunque sia la cosa che vi è cara, il vostro cuore prima o poi avrà a soffrire per causa sua, e magari anche a spezzarsi. Se volete avere la certezza che esso rimanga intatto, non donatelo a nessuno, nemmeno a un animale. Proteggetelo avvolgendolo con cura in passatempi e piccoli lussi; evitate ogni tipo di coinvolgimento; chiudetelo col lucchetto nello scrigno, o nella bara, del vostro egoismo. Ma in quello scrigno – al sicuro, nel buio, immobile, sotto vuoto – esso cambierà: non si spezzerà; diventerà infrangibile, impenetrabile, irredimibile. L’alternativa al rischio di una tragedia, è la dannazione. L’unico posto, oltre al cielo, dove potreste stare perfettamente al sicuro da tutti i pericoli e i turbamenti dell’amore è l’inferno. Sono convinto che il più sregolato e smodato degli affetti contrasta meno la volontà di Dio di una mancanza di amore volontariamente ricercata per autoproteggerci. È lo stesso che nascondere un talento in una buca sotto terra, e per le stesse ragioni: «So che tu sei un uomo duro». Cristo non ha sofferto per noi né ci ha dato i suoi insegnamenti affinché diventassimo, persino nei nostri affetti naturali, più preoccupati della nostra felicità personale. Se un uomo non riesce a non essere calcolatore nei confronti delle persone di questa terra che ama e conosce, è assai più improbabile che riesca ad esserlo verso Dio, che non ha mai conosciuto. Non è cercando di evitare le sofferenze inevitabili dell’amore che ci avvicineremo di più a Dio, ma accettandole e offrendole a lui: gettando lontano la cotta di protezione. Se è stabilito che il nostro cuore debba spezzarsi, e se egli ha scelto questa via per farlo, così sia".

 C. S. Lewis I quattro amori, Jaca Book

giovedì 15 settembre 2011

Ho chiesto una cosa a Dio - Insegnamenti sulla preghiera cristiana

1° incontro di Scuola di Cristianesimo con Padre Mauro a Brescia

Lunedì 12 settembre 1° incontro di Scuola di Cristianesimo  con Padre Mauro in Castello

Ci ricorda di leggere il documento di 13 pagine dell'intervento di P. Antonio alll'ultima assemblea generale dei responsabili del Movimento Ecclesiale Carmelitano :                                 
M.E.C. – UNA TRAMA DI VERE “COMUNITÀ
CARMELITANE” NEL MONDO Gussago (Bs) – 18 giugno 2011
Alcune frasi che mi hanno colpito dell'intervento riassuntivo di Lunedì:
Mistica è rendere rapporto con Dio tutte le norme del vivere,è tenere lo sguardo costantemente rivolto a Cristo..
Mistica della famiglia è incontrare Dio nella famiglia..Mistica del corpo  è dialogo con Dio..Eucarestia e confessione..Mistica della fecondità è dono e generosità..Mistica della filialità è allargarsi anche ai figli altrui..
Mistica dell'educazione è educarci sul metodo pedagogico dettato dai  7 sacramenti..Mistica della missione è prolungare la missione di Gesù...
Insomma ..mettiamoci di fronte a Cristo in tutte le cose della vita.e stiamo al centro della Chiesa,nel suo cuore .(e allora la nostra vita potrà diventare preghiera)

mercoledì 14 settembre 2011

Fra Lorenzo della Resurrezione.....

«Se la navicella della nostra anima è ancora sbattuta dai venti o dalla tempesta, svegliamo il Signore che vi dorme; egli ben presto calmerà il mare».

domenica 11 settembre 2011

DOMENICA 11 settembre 2011---cronaca di una tragedia di 10 anni fa e commento al Vangelo di oggi..."Gesù gli rispose.."..

     
                        DOMENICA 11 settembre 2011

    In quel tempo, Pietro si avvicinò a Gesù e gli disse: «Signore, se il mio fratello commette colpe contro di me, quante volte dovrò perdonargli? Fino a sette volte?». E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette…

.Noi viviamo quotidianamente tanto vicini gli uni gli altri, in famiglia, sul lavoro, ovunque, che è facile urtarsi, offendersi. Impossibile, finché viviamo su questa terra, pieni di debolezze, come siamo tutti, non inciampare, non urtarci, non andare incontro ad incomprensioni e offese, capaci di bruciare in un istante ogni rapporto di serenità tra di noi.
La vita è come un camminare su una strada piena di cocci; ci si ferisce continuamente reciprocamente. Si può tranquillamente affermare che vivere insieme è una continua battaglia, in cui a volte si è vincitori e a volte perdenti.
Dovessimo legarci al dito tutti i torti che riceviamo, avremmo in pochi giorni le mani impossibilitate a muoversi, perché sovraccariche di corde, tutti! Perché i torti si ricevono, ma si fanno anche agli altri! Non solo, ma, se ogni offesa che riceviamo dovesse essere ricambiata con un distacco da chi ci offende, estraniandolo dall’amore, presto rimarremmo soli, estremamente soli, noi che da Dio siamo stati creati con il desiderio e la ragione di amare ed essere amati… sarebbe l’autodistruzione totale dell’umanità: se chi ci offende fosse da considerarsi ‘come morto’ nel nostro cuore, la nostra vita – di ciascuno – diventerebbe un cimitero……
La nostra giustizia, Maria Santissima. qui sulla terra, a volte non conosce pietà né amore.
Ma Gesù ha cambiato questa logica perversa. Lui, maledetto dagli uomini, si lascia maledire senza opporre resistenza. Sulle Sue spalle sa di portare tutti i peccati del mondo e di quelli che lo maledicono. La Sua è una giustizia diversa: è fedeltà a noi, figli del Padre e che il Padre non rinuncia ad amare fino a caricare le nostre colpe sulle spalle del Suo Figlio, Amore come Lui.
E così Gesù, tuo Figlio, stringe la croce come fosse il cuore degli uomini, da non abbandonare mai, ma da salvare. ‘Non sono venuto – dirà tuo Figlio e lo dice oggi a noi – a giudicare il mondo, ma a salvarlo ‘E ancora: ‘Non voglio la morte del peccatore, ma che si converta e viva” per questo: ‘Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno ‘.
Non mi rimane, cara Madre, che mettermi in ginocchio e riconoscente dire Grazie al Padre, al Figlio, allo Spirito d’Amore e a Te, per tanto amore vissuto e condiviso.”
(Don Riboldi)
                                          

venerdì 9 settembre 2011

Movimento Ecclesiale Carmelitano ..Scuola di Cristianesimo..appunti precenti lezioni ..alcune conclusioni per un nuovo inizio..

In principio c'era la beatitudine della povertà: creati dal nulla.la nostra ricchezza era la grazia amorevole di Dio..ma
La povertà diventa malata ed impaurita: staccandoci da Dio ci si sente allora vuoti ed inconsistenti....ma Dio non smette d'amarci...infatti
In Gesù ricchezza e povertà si incarnano  nel DONO di sè ...         allora..
La Chiesa è povera perchè sceglie chi ha più bisogno d'amore:l'esempio dei santi..La Chiesa deve diventare sempre più  ricca di misericordia.
I consacrati sia personalmente che comunitariamente devono vivere da veri poveri.
I laici vivono particolarmente nel mondo la ricchezza di infinite soddisfazioni e la povertà dell'essere creature che chiedono incessantemente di essere riempite di regali.
La loro povertà vera è l'essere peccatori e il cuore del laico viene chiamato spesso a saziarsi di false ricchezze.
Il laico diventa un povero "beato" (felice) quando custodisce e difende il suo mondo interiore..e vive l'amore "eucaresticamente"
Il laico deve vivere nella povertà la fierezza di appartenere al popolo di Dio,i suoi rapporti sociali e familiari in cui si addossa la povertà altrui,il dono della vita generosamente data, la responsabilità del lavoro quotidiano....
Insomma......bisogna comprendere sempre meglio che:.
Fare felici gli altri accresce la felicità e la ricchezza della vita...
IL PADRE CI AMA E NOI SIAMO SUOI ...E SOLO  L' AMORE RECIPROCO ARRICCHISCE ANCHE I POVERI ... 
    
Che la Parola diventi esperienza incontrabile...e gioia di vita.....
 (aspetto vostri contributi....per "arricchirci" scambievolmente")                          Ciao ..Valter

mercoledì 7 settembre 2011

Indescribable video lyrics - Chris Tomlin -- -Indescrivibile l'amore di Dio in Gesù...

                                                                                     
Traduzione primi versi...
.
Dalle più alte delle altezze alle profondità del mare
la Creazione rivela la tua Maestà
Dai colori e il profumo della primavera
Ogni creatura è unica nel brano che canta
Tutti esclamano
Indescrivibile, incontenibile,
Hai posto le stelle nel cielo e tu le conosci per nome
Sei incredibile Dio
Potente, indomabile,
Cadiamo in ginocchio, dobbiamo umilmente proclamare
sei incredibile Dio......................................................
Vedi il profondo del mio cuore e Tu mi ami lo stesso

Perchè pregare?Perchè credere? Perchè amiamo il nostro cuore ! E cìò per cui è fatto..... P.Aldo Trento , dopo la tragedia di Oslo così commenta....

L'uomo, il cuore dell'uomo, è fatto per volare. Perciò, o questa esigenza incontra la sua libertà o si trasforma in follia. Non si può arginare quella sete e fame di felicità, di amore, di bellezza, di verità, di giustizia che costituiscono il tessuto del cuore umano. uno potrà maledire questi battiti, ma non potrà non farci i conti. E se il potere dimentica questa verità, per quanto perfetti siano i suoi sistemi, e anche se l'uomo stesso si dimentica, arriva inevitabilmente il momento della follia e le cui conseguenze sono state visibili a Oslo. Una follia che può avere come origine anche un cristianesimo ridotto a ideologia. Quando uno non ha incontrato la presenza di Cristo come un fatto che risponde pienamente alle esigenze della ragione e del cuore umano, ma un'idea o un'ispirazione che usa di Cristo, è inevitabile la censura della ragione da cui derivano fanatismo e violenza" (da il Foglio).

"Allora di fronte a questa tragedia è urgente, affinché questi fratelli non siano morti invano, prendere sul serio il nostro cuore con i suoi desideri ben espressi nel Salmo 62: 'Oh Dio, Tu sei il mio Dio, per te io mi sveglio all'alba, la mia anima ha sete di te, la mia carne ha ansia di te, come terra secca, piena di crepe senza acqua'. (...) Non bastano i valori per vivere, e ancora meno la pretesa di essere onesti, come da decenni anche nella chiesa ci ripetiamo. Ci vuole una marcia in più, cui vuole un incontro con qualcuno per cui il cuore è fatto, per riprendere in mano la vita. (...) Ci vuole che lo sguardo di Cristo incroci il nostro. (...)

lunedì 5 settembre 2011

Mai prima di Madrid 2011 il papa in persona aveva confessato dei giovani durante una Giornata Mondiale della Gioventù.

La Giornata Mondiale della Gioventù,, si sa, non è un'invenzione di Benedetto XVI, ma del suo predecessore.
Papa Joseph Ratzinger però nella GMG ha introdotto due novità di rilievo.

La prima a Colonia, nell'estate del 2005. Al culmine della veglia notturna papa Benedetto si inginocchiò davanti all'ostia consacrata. A lungo e in silenzio. Con centinaia di migliaia di giovani toccati da quel gesto adorante.
Anche a Madrid il papa si è inginocchiato e con lui si sono inginocchiati sulla nuda terra centinaia di migliaia di giovani. Tutti protesi non al papa ma a quel "nostro pane quotidiano" che è Gesù.
Il violento scroscio temporalesco che a Madrid ha preceduto l'adorazione eucaristica, creando notevole scompiglio, ha reso ancor più impressionante l'irrompere di tale silenzio
La seconda novità è entrata  invece a Madrid, la mattina del  20 agosto, nei Jardines del Buen Retiro.: il papa ha amministrato in pubblico il sacramento della confessione, per un'ora, prima di celebrare la messa nella cattedrale.
Per l'esattezza, le confessioni fanno parte del programma delle Giornate Mondiali della Gioventù a partire dalla sua edizione di Roma del 2000, quando il Circo Massimo diventò per molte ore il più grande confessionale a cielo aperto che si ricordi.

Mai però finora il papa in persona ha confessato dei giovani durante una Giornata Mondiale della Gioventù.

Non c’è uomo che non prega, c’è solo un uomo che non sa di pregare”.

“La preghiera è un’anelito, un sussulto del cuore, è un soffio che non sai di dove viene e non sai dove va.
La preghiera è un’ incontro, a volte uno scontro, spesso un’attesa.
E’ il pianto di Pietro al canto del gallo,
è lo stabat di Maria ai piedi della croce.
La preghiera è un attimo di eterno,
è una scelta d’amore,
è un bacio che accarezza un viso.
La preghiera è un ricordo e un progetto,
è un grido ed è silenzio.
Sono le lacrime di chi piange per chi non piange,
sono le suppliche della terra, le lodi della Chiesa.
La preghiera è il nostro respiro, la nostra vita, il nostro tutto.
Non c’è uomo che non prega,
c’è solo un uomo che non sa di pregare”.

P. José Arcesio Escobar : le città di Dio in Colombia e il MEC

Una rappresentanza del Movimento Ecclesiale Carmelitano (composta da Michele Brescianini, Beppe Bertazzoli, P.Giuseppe, Mara e Mario Canepa) si è recentemente recata in Colombia per conoscere P. José Arcesio Escobar, le persone con cui collabora e una parte delle sue opere (le città di Dio che sta fondando in diverse città della Colombia), tutte ispirate al carisma carmelitano. (vedi approfondimenti nel link Ass.Punto Missione)

POVERTA' E PRIVILEGI.....IN ITALIA....PARLIAMONE....


domenica 4 settembre 2011

Il nostro gruppetto cresce nell'amicizia seguendo il Vangelo di oggi...e le iniziative del Movimento...

Sant’Alfonso Maria de Liguori scrisse una bella opera intitolata “L’orazione, grande mezzo di salvezza”. Il suo contenuto è preziosissimo e irrefutabile. In una delle sue pagine, il Santo arriva ad affermare che chi prega si salva e chi non prega si condanna.
Penetrando nel cuore del Vangelo di questa XXIII Domenica del Tempo Ordinario, giungiamo ad una conclusione simile: la correzione fraterna è un grande mezzo di salvezza, perché il destino eterno di qualcuno può dipendere proprio dall’accettazione delle correzioni che gli siano fatte.
Questa è la materia che la Liturgia di oggi ci porta a considerare: il dovere della correzione fraterna e la necessità di accettarla bene...

Ieri sera, festa in Comunità insieme ai giovani che hanno partecipato alla GMG di Madrid..
Alla s. Messa, P. Gino ci ha ricordato quanto l'entusiasmo del grandissimo raduno insieme al Papa non debba mai finire nella nostra vita e che le parole del Papa (documentate anche in questo blog,assieme a video e canti)debbono restare "saldamente radicate nel nostro cuore ".Poi è seguito momento di testimonianze:
Colombia,Romania,Lituania,Stati Uniti...tante amicizie e tante opere da continuare..Cena tutti insieme e fotografia da Madrid...
Un'acquazione ci ha fatto "sbaraccare" ma ora comincia il bello!
Il 12 Settembre ricomincia la nostra Scuola di  Cristianesimo...prologo la pulizia comunitaria della sede Sabato 10 pomeriggio...il 19 settembre gruppetto,22-23-24 settembre festa con Punto Missione,a ottobre Caccia al Tesoro....Iscrizioni agli Esercizi di Fine Ottobre:chiudono il 16 Settembre...

Non è tutto...perchè c'è una vita insieme davanti...e i suoi piccoli passi saranno raccontati come possiamo anche  in questo blog...
 

venerdì 2 settembre 2011

Casting Crowns - Courageous---Dobbiamo essere coraggiosi...

                                           
   Dobbiamo  essere coraggiosi
Dobbiamo aprire la strada
Potremmo essere la generazione
Che spezza definitivamente le catene

Dobbiamo essere  in prima linea
In piedi, senza paura
Non osservatori a margine
Mentre le nostre famiglie scivolano via
Dove sei, uomo di coraggio?
Eri fatto per molto di più
Lasciate che il battito dei nostri cuori pianga
Noi serviremo il Signore

Dobbiamo essere coraggiosi
E stiamo riprendendo la lotta
Dobbiamo  essere coraggiosi
E si comincia con noi stasera

L'unico modo in cui dovremo stare
È in ginocchio con le mani alzate
Rendici coraggiosi
Signore, rendici coraggiosi  

(traduzione di alcuni versi della canzone..).
 

ARRIVEDERCI ALLA GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTU' 2013 A Rio de Janeiro (Brasile)....